Quali ingredienti usare per preparare il sushi

Quali ingredienti usare per preparare il sushi

Prima di sperimentare la preparazione del sushi occorre munirsi di alcuni ingredienti fondamentali, senza i quali non si può procedere.

A differenza della nostra cucina, non sono sostituibili con nessun altro ingrediente e quindi occorre avere tutto a disposizione.

Dove trovare questi ingredienti così particolari? Io mi rifornisco sul fidato e fornitissimo Asia-Market.it.

 

Aceto di riso – Su

L’aceto di riso ha un sapore delicato e un retrogusto piacevole ma solo a patto che si usi una marca di qualità superiore.

Ricordatevi di usare le giuste quantità di aceto da aggiungere al riso: infatti se doveste abbondare questo potrebbe coprire il sapore del pesce e rovinare la ricetta.

 

Salsa di soia – Murasaki

La salsa di soia è un elemento fondamentale nella cucina giapponese.

Infatti il suo sapore leggermente salato maschera il sapore forte del pesce crudo e crea armonia fra tutti gli ingredienti. Esistono diverse versioni, da quella classica a quella a basso contenuto di sodio.

A dispetto di quanto si possa pensare, la salsa di soia è un ingrediente assolutamente salutare, al punto da essere inserito nella lista dei prodotti raccomandati dalla dieta Weight Watchers.

 

Zenzero in agrodolce – Gari

La radice di zenzero serve principalmente a rinfrescare la bocca dopo aver mangiato il sushi ma possiede anche proprietà antibatteriche.

 

Rafano – Wasabi

Il wasabi giapponese non è altro che una specifica varietà di rafano tipica del Giappone, che viene usata prevalentemente in forma di pasta.

La sua funzione rinfrescante stimola l’appetito, induce la secrezione dei succhi gastrici e della saliva e dona quella nota piccante al piatto.

 

Alghe Nori – Nori

Le alghe nori hanno un elevato contenuto proteico, vitaminico e di sali minerali.

In Giappone vengono usate oltre che per il sushi anche come snack di fine pasto e per accompagnare fumanti scodelle di ramen.

Dopo essere stata raccolta, l’alga viene lavata in acqua dolce, asciugata, tagliata e tostata.

 

Pesce

E’ sicuramente l’elemento più importante del sushi.

Ovviamente deve essere freschissimo e di prima qualità. Occorre poi seguire delle rigide regole di trattamento igienico sanitario:

  • Per evitare di ingerire pericolosi parassiti, come la listeria o l’anisakis, il pesce va assolutamente congelato prima di essere mangiato: solo il freddo prolungato (o la cottura) può eliminarli.
  • Il pesce deve rimanere al congelatore almeno 96 ore, 4 giorni.
  • Non scongelare il pesce prima di tagliarlo, ma sfilettarlo e affettarlo ancora congelato. Le operazioni saranno più facili e, una volta ridotto a fettine, si scongelerà in pochi minuti senza pericolo di contaminazioni batteriche.

 

Riso – Gohanmono

Per ottenere un sushi perfetto occorre usare una particolare varietà di riso, caratterizzato da un certo grado di stagionatura e da un chicco piccolo e allungato.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*