Pizza di Pasqua abruzzese

Pizza di Pasqua abruzzese

Per 2 pizze personeTempo: ~

    Ingredienti

    • 1 kg di farina
    • 7 uova
    • 1 tuorlo
    • 14 cucchiai colmi di zucchero
    • 8 cucchiai rasi di olio di oliva
    • 5 chiodi di garofani tritati
    • 1 lievito di birra
    • 1 bicchierino di Cointreau
    • 1 cucchiaio di cannella in polvere
    • 250 gr di uva sultanina
    • 1 limone grattuggiato
    • 1 pizzico di sale
    • confettini e codine da decorazione

Oggi vi propongo una ricetta tipica abruzzese, la pizza di Pasqua, un dolce che si mangia insieme ai salumi durante la colazione di Pasqua.

Nella zona dove vivo ci sono infinite varianti di questa ricetta, che cambiano da paese a paese, anche a pochi chilometri di distanza: io vi propongo quella di “famiglia” della nonna di mio marito, scritta e conservata da mia suocera!

La ricetta non è difficile ma richiede molte ore di lievitazione, divise in 3 fasi: prima quella del lievito, poi dell’impasto senza uvetta e poi dell’impasto con uvetta oltre alla cottura.

Preparazione

  1. Per prima cosa sciogliete un panetto di lievito di birra da 25 gr in mezza tazza di acqua calda ma non bollente e qualche cucchiaio di farina fino ad ottenere un composto colloso.
  2. Lasciate lievitare il tutto fino a quando non si raddoppierà di volume.
  3. A questo punto a mano oppure, come faccio io, nel contenitore del robot che impasta, unite il lievito, la farina, l’olio, lo zucchero, le uova, i chiodi di garofano, la cannella, il limone grattuggiato (che deve essere biologico non trattato), 1 bicchierino di liquore (io uso il cointreau per il suo aroma agrumato) e un pizzico di sale.
  4. Il composto risulterà colloso quindi vi conviene poi adagiarlo su una spianatoia e spolverarlo di farina per poterlo lavorare ancora qualche minuto: poi lasciatelo nel forno spento e chiuso per tutto il giorno in modo che continui a lievitare.
  5. La sera riprendete l’impasto, aggiungete le uvette e impastate ancora una volta: a questo punto riposizionate il tutto nel forno e lasciate riposare tutta la notte.
  6. Il giorno dopo spennellate la superficie con il tuorlo di 1 uovo e decorate con micro confettini e codine colorate e infornate per mezz’ora prima a 200°, i primi minuti, poi a 180° per i restanti.
  7. Io ho accelerato involontariamente il procedimento aggiungendo 2 panetti di lievito: alla prima lievitazione dell’impasto era già altissima e quindi ho saltato la seconda e sono passata direttamente alla cottura. ;)

8 Commenti

  1. PURTROPPO ne ignoravo l’esistenza. Mi son perso qualcosa di fantastico, a giudicare da ingredienti e foto :-)

    • puoi sempre provarla anche se pasqua è finita ;) è ottima come accompagnamento per salumi, formaggi e uova sode!

  2. io evito la doppia lievitazione aggiungendo all’impasto (oltre al lievito di birra) un pò di lievito madre. Per decorare faccio sciogliere a bagno maria del cioccolato bianco che spalmo sulla pizza quando é cotta e spolvero sopra le codine di zucchero colorato.

  3. ottimo suggerimento! :)

  4. Salve,provero’ a creare questa meraviglia di dolce.Ho un dubbio sulla durata della cottura,quanti minuti in tutto?Certo,sempre tenendo in considerazione l’andamento del proprio forno :)

  5. 45/50 minuti se ha lievitato bene!

  6. Forno statico o ventilato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*