Zuppa di pesce irlandese o seafood chowder

Zuppa di pesce irlandese o seafood chowder

Per 3 personeTempo: ~ Cucina: Irlandese

    Ingredienti

    • 1/2 kg di cozze
    • 1/2 kg di vongole
    • 1 filetto di salmone
    • 2 filetti di merluzzo
    • 250 gr di gamberi
    • 1 patata grande
    • 1/2 cipolla
    • 50 gr di pancetta affumicata
    • sale e pepe
    • prezzemolo e timo q.b.
    • 2 foglie di alloro
    • 1 lt di brodo di pesce
    • 1 brick di panna (io ho usato quella di soia)
    • 1 cucchiaio di fecola di patate
    • 1 bicchiere di latte freddo da frigo

Oggi vi porto direttamente in Irlanda, uno dei paesi che più ho nel cuore per molti, svariati motivi.

Uno dei piatti tradizionali di questa verde isola è la zuppa di pesce, in lingua locale seafood chowder.

E’ una zuppa cremosa, aromatica, densa, ricca di pesce e con un insospettabile ingrediente segreto!

Non indovinerete mai…il bacon!

Consigli utili

  • In questa zuppa ci sono almeno 5 tipi diversi di pesce: se non volete impazzire a pulirli, dividerli, sgusciarli lo stesso giorno della preparazione, potete farlo tranquillamente qualche giorno prima, quando acquistate il pesce fresco e poi congelarlo già porzionato per la zuppa!
    Un ottimo modo che userò anche per la cena della Vigilia di Natale, dal momento che ho deciso di proporre questa zuppa come piccolo antipastino.
  • Al fine di una buona preparazione, i 5 tipi di pesce diversi andranno inseriti in momenti diversi dal momento che ciascuno richiede una sua precisa cottura. Questo passaggio è fondamentale e vale anche per altri piatti a base di pesci differenti. La regola vuole che le carni bianche, come il merluzzo, cuociano per più tempo e quindi vadano inserite per prime, poi le carni rosa e grasse tipo il salmone, poi i molluschi come cozze e vongole e solamente per ultimi i crostacei come i gamberetti.

seafood-chowder-dettaglio

Preparazione

  1. Per prima cosa pulite e sciacquate bene tutto il pesce: l’egelfino (difficile da trovare) l’ho sostituito con pratici filetti surgelati di merluzzo che ho semplicemente tagliato a dadoni (potete usare anche il baccalà), il salmone era fresco e giù pulito dalla pelle e anche in questo caso l’ho tagliato a dadoni non troppo piccoli per evitarne lo sfaldamento in cottura, ho fatto aprire cozze (private della barba) e vongole (precedentemente spurgate dalla sabbia in acqua e sale fino) separatamente, ho sgusciato i gamberi. Per praticità mettete ogni pesce pronto per la cottura in un piatto, per ricordarvi di aggiungerlo alla zuppa in un preciso momento e non tutto insieme.
  2. Mentre pulite il pesce, soffriggete la cipolla con una noce di burro: quando la cipolla diventa trasparente e morbida aggiungete anche il bacon (dal momento che è molto difficile trovarlo in Italia, io l’ho sostituito con la pancetta affumicata a dadini) e il trito di erbe, alloro, timo e prezzemolo.
  3. Nel frattempo preparate il brodo di pesce: se state pulendo il pesce sul momento potete anche usarne dei pezzetti e le teste dei gamberi per fare il brodo altrimenti usate quello granulare.
  4. Aggiungete il brodo (non tutto, circa 2/3) e poi le patate tagliate a dadini.
  5. Dopo una decina di minuti unite il merluzzo e continuate la cottura.
  6. Poi nell’ordine: salmone, cozze e vongole (insieme alla panna) e poco prima di servire i gamberi.
  7. Per far addensare bene la zuppa io ho usato un vecchio trucchetto delle mamme: ho stemperato 1 cucchiaio di fecola di patate in 1 bicchiere di latte freddo da frigo fino a completo scioglimento e poi ho l’ho aggiunto alla zuppa. Questo aiuterà a realizzare una zuppa bella densa e cremosa.
  8. Aggiustate di sale, pepe e prezzemolo fresco e servite caldissima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*