Come organizzare una festa di compleanno per bambini a tema pirati

Come organizzare una festa di compleanno per bambini a tema pirati

Finalmente il mio momento è arrivato.

Con i 4 anni è giunta l’ora delle feste di compleanno a tema, richiesta ovviamente dal mio bimbo. Ora mi posso sbizzarrire con giochi, decorazioni e tante idee gioiose e colorate per rendere il compleanno del mio cucciolo davvero magico e speciale.

Il tema

I pirati sono un tema perfetto per feste di compleanno dedicate a bambini di 4 anni. E’ un universo fatto di prove, pericoli, coraggio, fantasia e avventura che si può declinare facilmente in mille modi e con tante soluzioni possibili, tutte divertenti e accattivanti.

Partite dalla grafica e questo vi aiuterà a sviluppare il tema con un unico filo conduttore, per non rischiare pastrocchi e confusione.

 

La grafica

Il portale Etsy è il luogo ideale per trovare la giusta grafica. Su questa piattaforma o mercato virtuale giovani designer vendono interi kit per le feste dei bimbi. Potrete trovare proprio tutto: cake topper, festoni, inviti, tag per oggetti vari, decorazioni per bottiglie, vassoi di delizie e molti altri accessori.

Nel caso dei pirati c’è l’imbarazzo della scelta: il classico mondo piratesco terrificante tutto teschi, forse adatto a bambini più grandi, versioni più gentili e “cartoon” adatte ai piccolini, fino al personaggio della Disney Jake e l’isola dei pirati.

Una volta effettuato il pagamento non dovrete far altro che scaricare il vostro pdf: normalmente sono modificabili, per poter cambiare nomi e scritte ma vi consiglio di accertarvene prima dell’acquisto.

Dopo aver personalizzato ogni elemento, non vi resta che portarlo in qualsiasi copisteria per far stampare tutto su cartoncino: a questo punto, via di forbici e tanta pazienza!

 

Il progetto

Avendo a disposizione un grande giardino ed essendo il compleanno di mio figlio ad agosto, ho studiato un progetto che prevedesse l’utilizzo di quasi tutta la parte esterna, per cercare di coinvolgere i bambini il più possibile.

Sono partita dal fulcro della festa, la caccia al tesoro, con le prove da superare, e ho quindi cercato di creare delle aree che conciliassero la mappa (trovata in rete)  con le tappe del percorso:

  • il covo dei pirati
  • la barriera degli squali
  • l’isola del rhum
  • il vicolo degli alligatori
  • i sassi traballanti
  • l’isola delle scimmie

Inoltre ho creato tre zone: una per i giochi, una per la partenza del percorso e infine quella della merenda. I finti cartelli sono un espediente di grande impatto e molto facili da realizzare. Ho avuto  fortuna nel poter utilizzare vecchi bastoni e antiche bigonce trovate fra gli oggetti antichi dei miei suoceri.

Materiali utili: spago, scotch da pacchi, forbici.

Il segreto sta nel tematizzare tutto, anche le scritte che devono essere ovviamente verosimili al mondo che si vuole ricreare.

 

I giochi

Il grande strumento dove trarre le migliori ispirazioni è Pinterest: una vera fucina di idee da copiare, da modificare o per trovare la giusta soluzione.

Ricordatevi che i giochi vanno studiati in base all’età del festeggiato e dei suoi amichetti: a 4 anni l’attenzione si esaurisce ancora in poco tempo e quindi occorre pensare a giochi veloci e accattivanti.

Il covo dei pirati

Da qui parte la nostra caccia al tesoro e non è altro che una postazione per il gioco libero.

Materiali: un grande scatolone preso dal supermercato, aperto e disegnato prima a matita, sagomato con il taglierino e infine colorato con le tempere.

Il tocco in più: i remi di un vecchio canotto ormai rotto di quando mio marito era bambino.

L’isola del rhum

Questa è la zona dei bevitori di rhum, vecchi pirati irascibili e scontrosi. Per superare la prova bisogna centrare la bocca del pirata con le palline!

Materiali: cartone del supermercato, colla, taglierino, colori  tempera, un piatto di plastica per la bocca, bicchieri di plastica come supporto, paglia gialla.

Oggetti necessari: ho riutilizzato un vecchio cesto di vimini e un sacco di palline di plastica.

Il vicolo degli alligatori

Non è altro che il nostro grande scivolo cui ho attaccato delle onde impetuose di cartoncino nero, riutilizzando gli scarti usati per le pinne degli squali.

La barriera degli squali

Questo gioco è il pezzo forte di tutta la caccia al tesoro. I piccoli pirati dovranno passare sulla passerella corsara in un mare di squali! Il divertimento per i vostri bimbi è assicurato!

Materiali: una piscina gonfiabile per bambini riempita di acqua, due ceppi di legno o due supporti, un’asse di legno, cartoncino nero per le sagome delle pinne.

Non dimenticatevi di far portare il costume ai tutti i bimbi invitati: il tuffo è inevitabile :)

I sassi traballanti

Non sono altro che barattolini impilati da buttare giù usando una pallina da tennis.

Materiali: ho rivestito dei semplici barattoli di passata di pomodoro con cartoncini neri o rosso e bianchi sfruttando elementi del kit pirata stampati, ritagliati e incollati.

Oggetti necessari: una pallina da tennis.

L’isola delle scimmie

Si tratta del gioco dei cerchietti in chiave pirata.

Materiali: ho fissato a un pannello di compensato degli uncini pirata ordinati in un negozio di articoli per le feste. Ho decorato il pannello con altri elementi presi dal kit grafica.

Oggetti necessari: uncini e gioco dei cerchietti in diverse misure.

 

I premi

Il tesoro, custodito in un forziere di carta e ripieno di dobloni d’oro sia di cioccolata che di plastica (per confondere un pò le idee!) era posizionato dietro alla siepe, ben nascosto.

Inoltre ho regalato a tutti i bambini un piccolo cannocchiale giocattolo acquistato sempre in un negozio di gadget per le feste, cui ho legato con spago grezzo dei tag di ringraziamento.

 

Le decorazioni

Non contenta ho disseminato per il giardino festoni, palloncini e i famosi photo booth a tema pirata.

Festoni

I festoni a triangolo da appendere, in stile un pò vintage, sono in assoluto i miei preferiti, con tanto di vascello e teschio.

Non mancano nemmeno quelli verticali da appendere agli alberi.

Photo Booth

I photo booth sono un elemento decorativo che va molto in voga per feste e matrimoni: non sono altro che finti baffi, occhiali, bocche etc da mettersi sul volto per foto stravaganti e divertenti. La cosa migliore è avere anche una cornice per incrementare l’effetto.

Per il tema pirati, oltre ai classici baffoni, ho usato anche frasi a tema, barbe finte, bende per gli occhi, bandane e cannocchiali!

Palloncini

Regola numero uno delle feste per bimbi: se prevedi palloncini, predisporre sempre 1 palloncino per ogni bambino, da regalare in momenti strategici della festa.

Sul tema pirata si trovano prevalentemente palloncini neri o bianchi con i classici teschi e ossa: mi sembrava un pò macabro e tetro per una festa di 4 enni: così ho optato per palloncini in realtà di Halloween, con teschi si, ma del genere messicano, molto colorati e molto più giocosi.

Al festeggiato invece ho scelto un palloncino a forma di vascello pirata.

 

La tavola

Anche l’angolo della merenda vuole la sua parte!

Nei negozi dedicati alle feste e on line si possono trovare tutti gli accessori a tema: tovaglia, piattini di carta, bicchieri di plastica, cannucce e tovaglioli.

Sempre nei kit di grafica troverete tutto quello che vi occorre per personalizzare la tavola, le bottiglie di bibite e i vassoi di delizie.

Ogni anno a casa nostra, per la gioia di grandi e piccini, non possono mancare i muffin: questa volta total black, in perfetto stile pirata, corredati da pierottini e decorazioni a tema (i kit per i muffin/cupcakes pirata si possono acquistare in negozi on line o specializzati in attrezzatura per dolci).

Un altro elemento che faccio sempre tutti gli anni, visto anche il mese di agosto, è la limonata fatta in casa. E mi sbizzarrisco a realizzare cubetti di ghiaccio sempre diversi. Questa volta, oltre ai mirtilli, ho inserito nei cubetti delle caramelle gommose a forma di orripilanti octopus marini. Un successone!

 

La torta

Dulcis in fundo, la torta non deve essere da meno rispetto a tutto il resto.

Il nostro pasticcere di fiducia ha realizzato una decorazione in pasta di zucchero con tanto di pirati, isola e forzieri cui ho aggiunto un cake topper in carta, sempre a tema.

La festa è stato un successo ma le cose che più mi hanno dato soddisfazione sono state: la felicità stampata sul volto di mio figlio e l’essere riuscita a realizzare tutto questo divertendomi un sacco e tornando anche io bambina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*