Come cucinare la zucca spaghetti

Come cucinare la zucca spaghetti

Ne avevo sentito parlare spesso ma non l’avevo mai vista dal vivo: la spaghetti squash o zucca spaghetti è un ortaggio molto famoso in America, usato per ricette poco caloriche ma scenografiche.

Di cosa si tratta? Di una zucca dal colore giallo, dalla forma allungata e lunga una ventina di centimetri che una volta cotta, la sua polpa si sfilaccia proprio come un fascio di spaghetti.

Proprietà nutrizionali

La zucca spaghetti è favolosa nelle diete grazie al suo basso contenuto di carboidrati, circa 10 grammi per porzione rispetto ai 45 grammi di una porzione di pasta o riso, all’assenza di colesterolo, ai pochissimi lipidi e al contrario tanta fibra vegetale.

 

Dove trovarla

L’aspetto negativo è che non si trova molto facilmente. Vi consiglio mercati specializzati o negozi di ortaggi molto forniti oppure nelle fiere di stagione, soprattutto quelle dedicate alla zucca.

L’alternativa, se aveste un pezzetto di orticello, è di coltivarla da voi. In rete, ad esempio su Amazon, si trovano facilmente i semi da piantare e perfino gli alveoli in cui viene fornito un vero e proprio kit per aiutare la germinazione.

 

Come cucinarla

Esistono vari metodi per cucinarla, praticamente intercambiabili: quello che varia sono i tempi di cottura. Potete quindi regolarvi in base al tempo che avete a disposizione.

Ricordatevi sempre di farla raffreddare un pò prima di tagliarla e di lavorarla.

Lessa

Il metodo che ho utilizzato è quello di immergere completamente la zucca in un grande pentolone di acqua bollente e farla cuocere per circa 1 ora e mezza. 

Come verificare che la zucca sia pronta? Dovete provare a bucherellare la buccia con una forchetta senza fatica da ogni lato.

Al forno

Intera

  • Prima di posizionarla sulla placca da forno, è indispensabile bucherellare la zucca con una forchetta o un coltello molto affilato per almeno 15 volte, per creare delle valvole di sfogo. Infatti durante la cottura, senza buchi e senza tagli, aumenterebbe la pressione interna e la zucca potrebbe davvero esplodere dentro al forno.

  • A questo punto si deve cuocerla per 60 minuti a 180° o fino a quando la forchetta non buca facilmente la buccia e si infila nella polpa morbida.

Tagliata a metà

  • In questo caso occorre tagliarla a metà, ripulirla dai semi interni e dalla polpa filamentosa.
  • Posizionate la zucca sulla placca ricoperta da carta forno con la polpa rivolta verso il basso.
  • Fate cuocere in forno già caldo a 200° per circa 40 minuti. Prima di infornare si può spennellare la polpa con dell’olio extra vergine d’oliva e salare.

In pentola a pressione

Se la zucca è di dimensioni contenute, si può decidere di dimezzare i tempi di cottura usando la pentola a pressione: 25  minuti dal fischio e una volta spento il fuoco, lasciar raffreddare all’interno per altri 10 minuti.

Ricordatevi sempre di tagliarla a metà oppure di inciderla in molti punti su tutta la superficie.

Preparazione

Una volta cotta e raffreddata inizia il divertimento.

Per prima cosa tagliate a metà la zucca (se non l’avete già fatto con la cottura in forno) ed eliminate i filamenti e i semi che troverete all’interno facendo attenzione a non asportare la polpa.

A questo punto invece di eliminare la buccia, che rimane al suo posto, aiutandovi con una forchetta raspate e raschiate la polpa: vedrete che otterrete naturalmente i caratteristici filamenti a spaghetto.

Se gli spaghetti dovessero risultare ancora troppo duri e al dente, potete continuarne la cottura in una padella con un filo d’acqua.

 

Ricette

Ora non vi resta che condirla a vostro piacimento.

  • Potete condirla in insalata con olio sale e pepe, oppure usarla come base per una super insalatona con tonno, formaggio, olive e alicette.
  • Potete condirla e rimetterla dentro le due metà in forno e farla gratinare come la pasta al forno.
  • O ancora potete saltarla in padella con i condimenti che preferite: pesto, cacio e pepe, carbonara, sughi di ogni tipo.
  • O ancora condirla come si usa in America, semplicemente burro e salvia.

Queste sono le due versioni che ho provato: entrambe saltate in padella ed entrambe molto saporite!

Aglio olio e peperoncino

Speck, scamorza e salsiccia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*