Come usare la Tajine

Come usare la Tajine

Come avrete notato nelle mie ricette parlo spesso della Tajine: ho incontrato per la prima volta questo strumento di cottura così particolare durante il nostro viaggio in Marocco e mi si è aperto un mondo!

La Tajine è una particolare pentola realizzata in ceramica proveniente dai paesi del Sud del Mediterraneo come appunto il Marocco, la Tunisia e molti altri ed è composta da un piatto in terracotta basso dove riporre le pietanze e un coperchio a cono, che grazie alla sua forma facilita la discesa della condensa verso il basso.

Come avrete potuto leggere con la tajine si possono realizzare non solo piatti della tradizione nord africana ma anche ricette nostrane!

Caratteristiche

Questo strumento antico è capace di potenziare al massimo l’aroma dei cibi e conferire al piatto un gusto decisamente più intenso.

Infatti le particolari caratteristiche della pentola fanno condensare i vapori sul coperchio conico da cui ricadono sui cibi in cottura mantenendoli morbidi e racchiudendo all’interno tutti gli aromi che altrimenti andrebbero persi.

Il concetto alla base non è poi molto diverso da quello della pentola a pressione e il suo uso garantisce una cucina sana e leggera in quanto la cottura avviene con pochi grassi, quasi al vapore.

Inoltre l’uso delle spezie e delle erbe aromatiche rende questi piatti decisamente light.

675

Come usarla

L’uso della tajine è molto semplice e ve la consiglio in particolare per cotture abbastanza prolungate, a temperature non troppo elevate, sia in forno che sul fuoco o sulla stufa.

  • La cottura a fuoco lento richiede il continuo mantenimento in umido. Questo viene assicurato utilizzando ingredienti dal contenuto acquoso oppure, nel caso contrario, aggiungendo una tazza d’acqua ad inizio cottura.
  • Il processo di cottura nel tajine procede dal centro della pentola verso l’esterno. Di conseguenza gli ingredienti con tempi di cottura più lunghi debbono essere collocati al centro, quelli con tempi di cottura più brevi al di sopra e al di sotto.
  • Per una cottura ottimale, dopo aver chiuso il tajine, occorre versare acqua fredda nell’incavo posto sopra al coperchio: questo crea una circolazione dei vapori all’interno della pentola realizzando una cottura perfetta.
  • Come capire se stiamo procedendo nel modo corretto? L’indice di una cottura uniforme e di una distribuzione della temperatura ottimale è la fuoriuscita di copiosi vapori dalla pentola, dopo circa 15 minuti di cottura a fuoco medio .
  • Come per la pentola a pressione anche i tempi di cottura degli alimenti sono diversi rispetto a padelle tradizionali: la durata della cottura si calcola aggiungendo ai primi 15 minuti, indispensabili per portare il tajine alla giusta temperatura, il tempo richiesto per cuocere l’ingrediente a cottura più lenta.
  • La fiamma deve sempre rimanere molto bassa e in questo modo le pietanze cuociono a lungo a temperature appena inferiori all’ebollizione, con il risultato che la carne diventa tenerissima.
  • Ricordatevi che la pentola impiega un pò di tempo a “rodare” ovvero a riscaldarsi a regime ma una volta che l’avrà fatto continuerà a rilasciare calore anche dopo che l’avrete tolta dal fuoco.
  • La tajine è pensata per essere messa sui carboni ardenti: per usarla sul fuoco di casa vi consiglio di utilizzare una retina frangifiamma per mitigare e distribuire meglio il calore.
  • Il fondo della pentola deve essere ben oliato e cercate di calibrare bene la quantità di cibo che vi cuocerete per evitare fuoriuscite.
  • A differenza della pentola a pressione il coperchio della tajine può essere aperto in qualsiasi momento per controllare lo stato di cottura dei cibi.

tajine_querschnitt_S

 

Primo utilizzo e manutenzione

Se avete comprato una tajine originale o comunque in terracotta occorre prestare alcune piccole accortezze prima di usarla al primo utilizzo.

  • Immergere la pentola nuova e il suo coperchio in acqua per almeno un’ora.
  • Sfregare l’interno della base e del coperchio con olio d’oliva.
  • Mettere la pentola completa in un forno freddo, portare la temperatura a 150 °C e lasciarvela per 2 ore.
  • Togliere dal forno e lasciarla raffreddare.
  • Poi lavare in acqua calda e asciugare con un panno pulito.

La tajine è ottenuto da terracotta naturale ed è priva di rivestimenti velenosi: per questo motivo occorre lavarla con particolare attenzione.

  • Pulire la pentola con acqua.
  • Per una pulizia più approfondita utilizzare una spazzola o una paglietta metallica.
  • Per neutralizzare eventuali odori si può utilizzare limone, aceto o alcool.
  • Mai utilizzare sapone o altri detergenti chimici per la pulizia che verrebbero assorbiti dalla terracotta.

Tajine di nuova generazione

Per coloro che non possono procurarsi una tajine originale, esiste ormai una serie davvero variegata di versioni in chiave moderna, sia in silicone che in ceramica.

Queste tjine moderne hanno il vantaggio di possedere la base in ghisa e gli interni smaltati, ideali anche per un lavaggio meno laborioso.

La maggior parte è compatibile con tutti i tipi di fornelli e alcune possono essere addirittura messe in lavastoviglie!

EH-Flame-Tagine-for-8,-Rouge-3-800x800

94 Commenti

  1. gradirei sapere se esistono libri per cucinare con tajine grazie

  2. Era proprio un post cosi che mi serviva… .finalmente ho capito come funziona… ma tu in genere cosa ci cucini?
    ps. io sno Teramana e fino a poco tempo fa lavoravo proprio a L’Aquila! fa freddo ora? ;)

  3. Niente commenti sulla ricetta: devo ancora mettere in azione il Tajine. Ma a questo proposito faccio notare che nei consigli che dai per manutenere l’attrezzo, dopo averlo tenuto in forno a 150° dici di lavarlo in acqua calda e “sapone”, mentre subito dopo avverti (penso giustamente) di non usarne mai data la tendenza della terracotta ad assorbire sostanze. Volevo mettere in evidenza la contraddizione.

  4. un refuso :)

  5. Ciao,
    qualche consiglio su dove si possa acquistare quella in terracotta? Grazie

  6. ciao! Mi hanno appena regalato una tajine in ceramica smaltata, per il primo utilizzo, che tu sappia, anche per questa occorre immergere in acqua etc etc?

  7. ciao Sabrina, con le smaltate di nuova generazione dovrebbe essere più semplice la manutenzione e il primo utilizzo, però cerca di usare il meno possibile i detersivi!

  8. ottima sintesi completa dell’utilizzo del tajine .. io ne ho due uno in terracotta, che ho utilizzato qualche volta, (ma quello di mettere l’acqua sopra mi era proprio sfuggito, bel colpo) ..ed uno in ceramica esternamente colorata, dimensione medio/piccola, comprato a Safi, e mi da l’idea che sia più ornamentale che da cucina .. il dubbio è che i colori possano essere tossici .. hai qualche consiglio da darmi per poterlo capire? Grazie

  9. ottimi consigli! vorrei sapere se è possibile cucinare il pane o delle piadine con questa pentola..avete suggerimenti?? grazie

  10. vorrei tanto sapere se si puo’cuocere il pane e la pizza col Tajin.

  11. Io ne ho uno nuovo e non so come devo usarlo, da alcune parti ho letto che quello smaltato non va bene per cucinare, ma é solo da portata. Il mio ha il piatto completamente smaltato e il coperchio fuori smaltato e dentro no. Devo procedere con il lavaggio consigliato e poi fidarmi a cucinare, o é solo ornamentale? Infondo é smaltato, ma senza nessun colore né disegno! Solo in terracotta e lucido. Grazie mille a tutti, ancor di piú a chi mi sa rispondere. Ciao

  12. Non ho ben capito il passaggio del forno:da freddo inserire e poi 150gradi per due ore oppure da freddo inserire portare a 150gradi poi spegnere e lasciare raffreddare gradualmente per due ore?Grazie mille per i consigli,ho acquistato ieri il Tajine e volevo cercare di utilizzarlo nel migliore dei modi.Saluti

  13. Arrigo Toffolatti

    Buongiorno. Io uso la tajine per fare piatti marocchini. Ieri ho preparato un piatto di carne e verdure alla moda berbera ( così affermava la ricetta) usando pollo, agnello e manzo. Mentre pollo e agnello erano perfetti il manzo è diventato stopposo. Esiste un taglio più indicato di altri per le cotture con la tajine? Grazie anticipate e buona giornata.

    • serve un taglio tenero e non eccessivamente magro altrimenti, data la cottura lenta della tajine, rischia appunto di diventare troppo asciutto e stoppaccioso. :)

  14. Erika Pritoni

    Salve io oggi ho comprato un tajin tutto in terracotta …ma non intendendomene non essendo smaltato posso usarlo per cucinare ????

  15. Qualche giorno fa ne ho ricevuta una in regalo……….è smaltata ed ha dei decori sul coperchio. Vorrei sapere, per piacere, se posso usarla tranquillamente per cucinare le pietanze…..Grazie.

  16. ….dimenticavo: sul coperchio è presente un buchino che però è rimasto chiuso dallo smalto…….Devo riaprirlo??? Cioè, quel buco è necessario per la fuoruscita del vapore??? Grazie ancora!

  17. mi è stato regalato da mio nipote per il mio compleanno :) ho provato un paio di volte a cuocere delle verdure ma rimanevano mollicce con tanta acqua sul fondo … poi mi sono accorta che il buchino di sfiato era ostruito :( dopo averlo riaperto .. ieri ho provato a cucinare un coniglio e i pezzi erano abbastanza grossi. dopo 3 ore di cottura …era favoloso. l’ho fatto su stufa a legna /putage’ direttamente sul piano nella parte meno calda. secondo te che posso anche metterlo nella parte del forno della stufa??

  18. Cia Antonella, ho letto il tuo commento per l’uso della Tajine,e penso che il foro superiore non sia necessario, perché,la cottura deve avvenire al vapore e quindi a pentola chiusa. Auguri per i tuoi preparati con tale pentola

  19. Vanessa Balocchi

    Ciao, mi hanno regalato una tajine in terracotta marocchina, ho fatto tutto il procedimento x usarla, ma quando l’ho tirata fuori dal forno e lasciata raffreddare lavata e asciugata, mi ha sporcato il panno tutto di rosso. Cosa ho sbagliato?

  20. Vanessa Balocchi

    Grazie.

  21. ciao! ho seguito tutte le tue istruzioni per il mio tajine nuovo ma quando l’ho messo in forno con l’olio si è sprigionato un forte odore di vernice al punto che ho dovuto aprire la finestra ed erano le 10 di sera!!!!! il mio tajine è verniciato di rosso esternamente mentre l’interno è terracotta ma lucida. secondo te sarà adatto alla cottura? la puzza di vernice mi ha un po’ spaventata. grazie dei consigli

    • prova a rifare il prcedimento così: immergi completamente sia il piatto che il coperchio della tajine in acqua per almeno un’ ora, poi quando la toglia dall’acqua, aiutandoti con una spazzola sfrega dell’ olio d’ oliva su tutta la superficie interna, sia del coperchio che del piatto, poi prova a rimettteel in forno a 150°. Se non senti più la puzza, lasciala per 2 ore. Al termina la fai freddare e la lavi con solamente acqua calda.
      Se anche così non va, allora mi sa che ci sono problemi con la smaltatura.

  22. lo farò grazie mille!!!!!

  23. serafino simona

    Ciao chiara son simona ho comprato su ebay un tajine con un buchino sul coperchio richiuso dall interno…ho provato a riaprirlo con un coltello e con una punta a vite ma senza successo ed in più ho paura di rompere tutto il coperchio…come faresti tu a riaprire sto buco?

  24. serafino simona

    Ho già cucinato con altre due tajine mie che han il buco sulla cima del coperchio e anche se credo si possa usare anche senza buco penso che sia meglio collo sfiato….non capisco poi perché han fatto il foro x poi chiuderlo colla terracotta. Quindi se possibile vorrei cercare di riaprirlo senza romperla però ovvio. Che strumento posso usare?

    • ciao simona, guarda anche la mia ha lo sfiato otturato ma ci cucino benissimo lo stesso: io non mi arrischierei a forzare…

  25. vorrei sapere se dopo avere fatto il primo trattamento, prima di ogni uso successivo cosa si deve fare . grazie aspetto di sapere

    • nulla, occorre solo lavarla bene con acqua calda senza usare saponi e detergenti, al massimo aceto o limone.

  26. Volevo sapere quanta acqua fredda dovrò versare all’inizio della cottura dal buchetto in cima al coperchio (nell’incavo) . Il mio coperchio è forato e quindi l’acqua entrerà…… va bene ugualmente!? (nel disegno il coperchio sembra non sia forato e l’acqua sembra che rimanga all’esterno. grazie.

  27. Ciao. Ho comprato da tempo un tajine terrecotte lotti, smaltato. Non ho mai usato ancora, ma dentro dice che per prima volta devo lasciare 12 ore immerso in acqua. Il mio non ha un buco . Mi sapresti dire come usarlo? Essendo allergica al niquel ed altro ,credo sia ideale per cucinare e che faccia al caso mio.
    Grazie mille .
    Liuccia.

  28. io l’ho comprata in terracotta smaltata da un amico cuoco tunisino, ha il foro sopra, sono di Trapani e mia madre una simile la usa per fare il cuscus.
    All’inizio l’ho lasciata un giorno immersa totalmente nell’acqua, ho ripetuto l’operazione il giorno dopo. Poi asciugata all’ombra l’ho trattata con olio di oliva e messa in forno per due ore a 150°. Fatta raffreddare con calma e adesso la uso, cucino verdure, riso, carne, tutto con sapori, erbe aromatiche e senza sale.
    Fuoco medio basso senza dimenticarsi che bisogna controllare sempre l’acqua o il brodo di accompagnamento alla cottura, tempi medio lunghi di cottura e il calore lo mantiene per ore col coperchio innestato.

  29. Perché è necessario fare il primo trattamento? si può non fare?

  30. Ciao Chiara…ciao tutti. Complimenti per la spiegazione dettagliata, e per l’utensile, e per il modo d’uso. Io sono marocchina e non sarei stata capace di presentare “il” tajine così bene come l’hai fatto te! :)
    Qualche piccole raccomandazioni, non aggiungere mai acqua fredda durante la cottura o per il lavaggio quando il recipiente è ancora caldo, crepa automaticamente!. Se fuoriesce il liquido durante la cottura si usa un cucchiaio per sollevare un po’ il coperchio, e ogni tanto, bagnare la verdura con il sughetto così si impregna degli aromi. un altra cosa, se il fondo attacca, usare gambe di prezzemolo o rametti di rosmarino prima di mettere carne o verdura.
    Buon tajine a tutti! :)

    • ma grazie! questo si che mi rende molto felice! io adoro la tajine e adoro la cucina marocchina! :)
      e auguri a te!

  31. Accolgo l’occasione per augurare una buona festa a tutte le donne….nate o diventate!

  32. ciao
    ho comprato una tajne berbera in Marocco(terracotta grezza) avendo letto solo ora questo articolo mi rendo conto di non aver fatto il trattamento iniziale. l’ho usata un paio di volte lavata con gli altri piatti e lasciata asciugare al sole. oggi ho fatto uno spezzatino con patate ma mi sembra che il cibo sa un po’ di terracotta.Consigli? Faccio il trattamento iniziale che non ho fatto .. o ora non ha più senso?

  33. Ciao! Io più che lasciare un messaggio vorrei un consiglio. Non ho mai usato la tajine ma mi affascina molto e sto pensando di regalarla come bomboniera agli ospiti del mio matrimonio. Ho pensato ad una tajine con un diametro da 20 cm. Quante porzioni si possono ottenere da una tajine di questo diametro? L’azienda produttrice mi ha detto che il coperchio può avere o non il forellino, che differenza c’è? E poi, come ultima domanda, voi gradireste una bomboniera simile? :)

    • Ciao! allora prima di tutto il forellino serve per far sfogare il vapore. Una tajine da 20 cm di diametro è media, non cucini più di 2 porzioni scarse…io personalmente adorerei un simile regalo, ma posso capire che sia molto difficile sia da “comprendere” che da usare per la maggior parte delle persone. Non farti scoraggiare però!

  34. Buon giorno! Mi hanno portato dalla Tunisia una tajine che non ha il piccolo buchino/sfiatatoio sul coperchio. Che differenza c’è con le tajine con lo sfiatatoio?

    • il buchino serve da sfiatatoio, ma a differenza della pentola a pressione che è ermetica, qui se manca potrebbe solo ballare un pò il coperchio: ogni tanto solleva un pò il coperchio

  35. Carissima Chiara, innanzitutto grazie e complimenti! Avendo comprato la tajine da una giovane signora marocchina, con tanta gentilezza, il trattamento me l’ha fatto Lei, ma purtroppo ora, è andata col marito in Germania. Per vari problemi, non la usi da tempo, ed ho notato una suddetta all’ interno, ma in attesa di trattarla di nuovo, una mia amica, me l’ha lavata come i piatti, acqua calda e sapone ed aceto. Sarà riutilizzabile, secondo te? Grazie fin d’ora! DONA.

  36. Il nostro amico Said mi ha appena procurato una tahine. Seguirò i tuoi consigli scrupolosamente.
    Per cuocere il coniglio a pezzi, prima li devo rosolare a parte? E poi lo metto a cuocere nel tahine bagnandolo con il brodo? Ti ringrazio

  37. Ciao.
    Nel nostro viaggio in Marocco abbiamo comprato una bella Tajine in ceramica smaltata.
    Abbiamo già cucinato un pò di cose, ma ora avverto un odore non piacevole sia cucinando che dopo averla lavata in lavastoviglie. ( ho sbagliato ? anche se in Marocco ci avevano detto di poterlo fare)
    Cosa è successo?
    Cosa faccio?
    Grazie

  38. Basilia Amatruda

    Grazie Chiara

  39. Ciao! Grazie per l’articolo chiaro … mi hanno regalato una tajine in terracotta. L’ho messa a bagno un po’ di ore, lasciata in forno, asciugata e oliata … ho cucinato delle buonissime verdure con una retina spargifiamma e … è crepata sul fondo! Mannaggia! Me ne sono accorta perche un po’ di liquido è fuoriuscito ed è bruciato. La mia pentola però ha attorno al piatto un rinforzo in metallo. Posso utilizzarla lo stesso? Ho letto di utilizzare l’aglio sulla crepa, cosa mi puoi consigliare? Grazie e Buon Anno

  40. Ciao, grazie per i tuoi consigli! Io ho due Tajine di terracotta, una grande che mi hanno regalato oggi, decorata e lucida all’esterno e internamente ha lucida solo la base, il coperchio invece risulta grezzo non lucido, ha l’incavo sulla sommita’ del coperchio e il buchino di sfiato che però è chiuso dalla terracotta mentre quella più piccola che ho acquistato tanti anni fa in una fornace a Hebron è lucida e decorata all’esterno e completamente lucida ma non decorata all’interno, non presenta l’incavo sulla sommità del coperchio anzi c’è un disegno e non presenta buchini di sfiato….ora mi chiedo e ti chiedo, soprattutto riguardo a quest’ultima, sarà mica solo ornamentale??? Posso cucinare con entrambe previo trattamento di primo utilizzo?

    • Figurati! quella piccola che dimensioni ha? perchè in marocco usano le piccole come ciotoline…non adatte quindi alla cottura…
      per la prima invece non dovresti avere problemi!

  41. Ciao grazie delle informazioni Mi hanno parlato bene di una tajine con la base in ghisa Secondo te pu’ essere valida o è meglio l’originale in terracotta ? Avresti un sito da consigliare per l’acquisto ?
    Grazie

  42. Grazie Chiara, quella piccola è circa 20 cm di diametro.

  43. Dici eh? Comunque sto facendo il trattamento anche a lei. Ma il fatto che sia decorativa cosa può comportare? Una tossicità in caso ci si cucinasse dentro oppure il fatto che in cottura potrebbe rompersi?

  44. Ah ok. Immaginavo. L’importante è che non sia tossica. Grazie.

  45. Alessandra Magnani

    Sempre il solito: la mia (EmileHerry france) non ha il buco. Ho capito bene di mettere un po’ d’acqua nell’incavo superiore? E comunque piccolom
    Le istruzioni consigliano trattamento con latte. Che ne pensi? Grazie

  46. Ciao a tutti ! sono approdata qui anche io perchè mi hanno regalato due tajine dal Marocco. Una senza buchino decorata da bellezza e l’altra con buchino in terracotta per cucinare. Non avendo notizie sulla pulizia mi sono limitata a pulirla con sapone per piatti e ho fatto la prima cottura con carne di manzo , ceci e spezie : molto particolare il sapore (sembrava altra carne forse ha preso del sapore della terracotta nuova ?!!!). Avevo usato invece che lo spargifiamma un tegamino di vetro. Grazie a te però ora so a cosa serve il “bicchierino” in cima.

  47. ANNA MARIA

    HO PRESO ONE LINE UNA TAJIIN…….24 ORE D ACQUA ,,,,,POI OLIO ,,,,,,,,,POI FORNO X 2 ORE,,,,,,,,,,,,,LA 1 VOLTA KE HO CUCINATO PUZZAVA DI BRUTTO ,,,,L OLIO ERA TROPPO PURO E IL SUO RANCIDO HA INONDATO CASA ,,,,,,,,MA IL PEGGIO E’ KE GOCCIOLA FINKE NN BOLLE ,,PS USO LO SPIARGIFIAMMA ,,,,,,PREKE GOCCIOLA ?,,,,,GRAZIE X RISP

  48. Buongiorno nn avendo letto prima i messaggi nn ho fatto la procedura acqua e forno ma il mio tajin è sul fuoco con pollo e verdure come le mangiavo a Tozeur cosa succede mangiandolo così? Grazie

    • è solamente una procedura di precauzione per un corretto utilizzo e conservazione in futuro, a livello pratico non dovrebbe succedere molto…prova a sentire se il cibo ha cambiato sapore

  49. Ciao Chiara, complimenti per il tuo blog, vorrei chiederti perchè consigli di mettere la tajin nel forno? dopo averla tenuta a bagno, noi qui nel Salento usiamo vari tipi di pentole di terracotta, possiamo dire da secoli e ci cuciniamo di tutto, il metodo che ci hanno tramandato… lasciare immerso in acqua tiepida per un 12 ore, meglio per 24 ore, l’importante che siano completamente immerso nell’acqua e il livello sia oltre 4 cm al disopra, importante una volta tirate fuori dall’acqua, fare assolutamente prima di usarle, fare asciugare bene per un paio di giorni, un consiglio qui abbiamo la fabbrica artigianale dei Colì , a Cutrofiano Lecce, che producono una fra le migliore tajin che potete trovare sul mercato e dal costo molto buono, felice tajin a tutti voi, GianPaolo

    • Ciao e grazie! guarda queste sono le istruzioni che mi avevano dato proprio in marocco e che consigliano i produttori, poi credo che ogni cultura abbia le sue abitudini!

  50. Davide Milanesi

    Buongiorno, ho messo a cuocere sulla fiamma più piccola al minimo e con frangifiamma spesso pezzi di pollo su un letto di cipolla; dopo qualche ora c’era molta acqua fino all’orlo del piatto così che ho alzato la fiamma al massimo e tolto il coperchio per fare asciugare; so che alla fine la carne sarà comunque troppo cotta per i miei gusti perché non è la prima volta che mi succede; cosa devo correggere? Grazie.

    • è la cipolla che tira fuori l’acqua, ma devi aggiustare i tempi dei diversi alimenti…il pollo va aggiunto in un secondo momento

  51. Davide Milanesi

    Grazie!

  52. Ciao Chiara,
    ottimi consigli :)
    Li ho seguiti quando ho provato a cucina per la prima volta con il mio tajine. Sono da poco stato a Marrakech, dove ho seguito un corso di cucina marocchina, e una volta tornato in Italia mi sono sbizzarrito con le ricette. Ho comprato il tajine in un mercato berbero con spargifiamma incluso e lo adoro!
    Mi piacerebbe ricevere un tuo parere sulle mie dure ricette di tajine con verdure e pollo, che ne pensi?

    Le trovi qui: grazie per i tuoi consigli, sono stato da poco a Marrakech e mi sono innamorato della cucina locale oltre che della cultura marocchina. Dopo un corso di cucina in marocco e dopo aver acquistato un tajine in terracotta in un mercato berbero poco fuori la città, una volta tornato in Italia, ora non riesco più a farne a meno. Ogni settimana mi sbizzarrisco con ricette per mettermi alla prova e gustare piatti gustosi :) Ho scritto le mie due ricette che preparo più spesso, puoi darci un’occhiata e dirmi cosa ne pensi? Tendo davvero al parere di un’esperta :)
    https://www.mindthetrip.it/2019/05/22/tajine-come-si-usa-e-due-ricette-di-pollo-e-verdure/

    A presto :)

  53. Salve, dei miei amici marocchini mi hanno regalato una tajine non smaltata, ne ho due smaltate industriali con un foro all’estremita del coperchio, invece questa artigianale non smaltata ha come un recipiente all’estremita è un piccolo foro sul lato della “cupola” del coperchio, però questo foro sembra come se non fosse stato completato cioè è chiuso non passante, che devo fare lo devo aprire?
    Grazie

    • purtroppo il rischio è quello di rompere la pentola o incrinarla…

      • …quindi il foro deve essere passante, e mi sembra di aver capito che fa la stessa cosa che fa la valvola della pentola a pressione, fa uscire, ma non troppo, il vapore in eccesso durante la cottura…..ho la possibilità di “completare” il foro e quindi procedo?
        Grazie

        • The Nono la Mia e come la tua, piccolina e non smaltata. Non so se e stato un caso, ma il mio si e aperto da solo dopo 2 giorni di ammollo nell’acqua. Comunque il buco di sfiato non è indicato per tutti i piatti, perderebbero troppa umidità. Infatti prima di usarla consigliano di metterla ammollo nell’acqua così la pietanza non si secca

  54. gabriella pozz

    posso mettere la mia tajine con le vivande a cuocere nel forno ? Datosi che nel manuale per l´uso non prevede la fiamma viva..
    il buchino sul coperchio e otturato.
    Grazie

  55. Ciao, complimenti per l’articolo “pulizia tajine”, a tal proposito vorrei chiederti : dopo aver tolto la tajine dall’acqua si asciuga l’esterno con un panno e l’interno si sfrega con olio d’oliva. Tolta dal forno e fatta raffreddare a temperatura ambiente e poi ? È pronta per l’utilizzo o bisogno rilavarla con acqua?
    Nei successivi utilizzi quando si ripone nella credenza va unto leggermente l’interno ?
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*