Una cucina raffinata dai sapori tradizionali alla Locanda del Borgo dei Mugnai

Una cucina raffinata dai sapori tradizionali alla Locanda del Borgo dei Mugnai

Uscire a cena, per me, è una questione importante.

Mangiare male, alzarsi dal tavolo insoddisfatti mi rovina la serata ed è un fattore che discrimina fortemente il ricordo che avrò di un luogo, una vacanza e un’esperienza.

Per questo motivo ho iniziato ad essere molto selettiva, esigente e preferisco cenare a casa piuttosto che mangiare le solite cose, dozzinali e senza carattere (non parlo ovviamente della classica pizza o della serata al pub, verso cui non riponi particolari aspettative).

E la Locanda dei Borgo dei Mugnai mi ha letteralmente folgorata e conquistata con la sua cucina creativa, appassionata e fantasiosa!

Il Locale

La Locanda Del Borgo Dei Mugnai
Via Di Marzio 9, 67049, Piagge, Tornimparte, AQ
Telefono: 0862 728280
email: stefanochi@hotmail.it
Giorno di chiusura: Domenica sera e Lunedì tutto il giorno

Vi avviso: non è un ristorante facile da raggiungere. Occorre inerpicarsi per le tortuose stradine che portano alla frazione Piagge di Torninparte, attraversando un bucolico paesaggio montano e micro villaggi in cui il tempo sembra essersi fermato, assolutamente sperduti e isolati.

P1150132-300x225

 

Un viaggio nel tempo che vi lascerà a bocca aperta anche quando attraverserete il pugno di case antiche, di pietra con vecchi archi, passaggi e vicoli che costituisce il borgo medievale delle Piagge. Qui, all’interno di una corte, si trova la Locanda, ricavata in un’antico edificio ristrutturato con cura lasciando a vista travi e pietre.

mugnai-interno

Da qui inizierà il vostro viaggio gustativo in compagnia di Stefano, che con la sua squisita gentilezza vi accompagnerà in un ricco percorso alla scoperta della cucina della locanda.

Il Menù

Perché ho parlato di viaggio e di percorso?

Semplice, la Locanda propone ogni mese piatti differenti, pietanze che nascono dalla curiosità e dalla ricerca incessante che porta a mescolare sapientemente prodotti tipici del territorio con rivisitazioni innovative di ingredienti e grandi classici della tradizione abruzzese.

menuDa qui scaturisce un collage di sapori e di accostamenti unici che vi faranno attendere la portata successiva con la curiosità tipica di un bimbo!

Abbiamo iniziato dagli antipasti, che giocavano sulle verdure e sulla carne utilizzata come affettato e come primo piatto abbiamo assaggiato una panzanella su un letto di crema di pomodoro con primo sale alla piastra. A chiudere un pomodorino ripieno al formaggio.

antipasto1

Il secondo step degli antipasti era composto da due tortini, mini soufflè, uno realizzato con il rosso d’uovo e assemblato come una parmigiana di melanzane e l’altro con il bianco mescolato al formaggio e servito su un letto di crema di sedano caramellata.

antipasto2

Il terzo antipasto ha chiuso il cerchio con l’arrivo della carne: un filetto di maiale cotto a 60° per 20 ore e poi leggermente fritto con una pastella leggerissima, un mini hamburger di salsiccia su letto di vellutata di patate e una foglia di salvia fritta.

antipasto3

Il primo mi ha lasciata davvero senza parole: chitarrina alla crema di zafferano, sfoglie di guanciale croccante e caciocavallo. Talmente delizioso che me lo sono degustato con estrema lentezza.

primo

Anche il secondo ci ha stregati e ci siamo pentiti di non averne preso uno ciascuno: guancia di vitello su riduzione di montepulciano con purea di patate e mini ferratella salata. Strepitoso! La carne era così tenera che non occorreva usare il coltello!

secondo

Per concludere un nido di pecorino fuso in pasta kataiphi, della tradizione turca, accompagnato da fettine di pera: dolce e salato, caldo e freddo, croccante e morbido. Un delirio di sapori…da veri intenditori!

formaggio

E per finire un semifreddo alla nocciola!

semifreddo-nocciola

Il tutto annaffiato da un vino favoloso, il SoloRosso della TenutaTerraViva, sui colli aprutini: un Sangiovese biologico al 100% di cui vengono prodotte solamente 3300 bottiglie.

I prezzi

Per un antipasto e un primo a testa, un secondo in due, un formaggio e 2 dolci, acqua e vino abbiamo speso 45 euro a testa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*