Ravioli giapponesi Gyoza

Ravioli giapponesi Gyoza

Per 4 personeTempo: ~ Cucina: Giapponese

    Ingredienti

    • 200 g di farina Manitoba
    • 100 g di fecola di patate
    • 170 g di acqua
    • 250 g ca. di macinato di suino
    • 6-7 foglie di cavolo nero
    • 2 cucchiai di zenzero fresco
    • 2 cucchiai di saké
    • 1 cucchiaio di salsa di soia low sodium
    • 1 cucchiaio di olio di sesamo
    • 1 cucchiaio di sriracha
    • sale q.b.
    • 1 bicchiere di acqua

Oggi nevica e io mi rilasso cucinando e guardando il paesaggio imbiancarsi lentamente.

La cucina mi calma e fare impasti provando nuove ricette è uno dei miei piaceri della vita: mi riempie di felicità e di tanta voglia di mettermi alla prova.

Questa è stata la mia prima volta alle prese con i ravioli giapponesi e devo dire che è andata alla grande: anche il maritino ha apprezzato moltissimo e dai ravioli si sprigionava tutto il sapore unico dell’Oriente.

Aromi, profumi e colori che mi riportano indietro nel tempo, ai nostri viaggi in Indocina: che voglia di tornare in Asia!

ingredienti-ravioli

Preparazione

  1. Per prima cosa preparate l’impasto dei ravioli, un semplice acqua e farina che si ottiene mescolando la farina di manitoba con la fecola di patate o l’amido di riso insieme all’acqua: quando l’impasto sarà liscio e compatto, avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare a temperatura ambiente per circa 1 ora.
  2. Nel frattempo marinate il macinato di suino mescolandolo con 2 cucchiai di saké, 1 di salsa di soia, 1 di olio di sesamo e 1 di zenzero in polvere (meglio ancora se fresco).
    ripieno-ravioli
  3. Aggiungeteci anche le foglie di cavolo nero affettate finemente e mescolate bene il tutto.
  4. Trascorso il tempo di riposo, spolverate la spianatoia con della fecola e iniziate a stendere la pasta: deve essere sottilissima. Poi con un coppa pasta tondo di medie dimensioni fate tanti dischetti, riutilizzando gli scarti per reimpastare nuovamente. Dal momento che alla prima stesura ho avuto difficoltà a stendere la pasta per renderla sottile, ho dato una seconda passata ai singoli dischetti.
    preparazione-ravioli
  5. Mettere 1 cucchiaino di impasto di maiale e cavolo al centro di ciascun dischetto, bagnate leggermente i bordi della pasta con l’acqua e chiudete a mezzaluna sigillando i bordi del raviolo con i polpastrelli dando una forma graziosa ai gyoza.
    chiusura-ravioli
  6. Scaldate dell’olio di sesamo in una padella anti aderente, adagiatevi i ravioli e quando inizieranno a formare una bella crostina alla base, versate 1 bicchiere di acqua e coprite subito con il coperchio. Non aprite fino a quando l’acqua non si sarà completamente asciugata: i ravioli allora saranno pronti.
  7. Potete anche optare per una scottata in padella e una cottura nella vaporiera in bambù: io l’ho usata solo per servire i ravioli e tenerli al caldo.
  8. Accompagnate i ravioli con un’emulsione di salsa di soia e aceto di riso.

2 Commenti

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *