Polpette di merluzzo speziate marocchine

Polpette di merluzzo speziate marocchine

Per 8 personeTempo: ~ Cucina: Marocchina

    Ingredienti

    • 1kg e 200 gr di merluzzo
    • 2 uova
    • 2 cipolle tritate
    • prezzemolo tritato
    • coriandolo fresco tritato
    • 120 gr di pane grattato (o a occhio, dipende dal pesce)
    • 1 bustina di zafferano
    • 8 grandi pomodori maturi
    • 2 cucchiai d'olio d'oliva extra vergine
    • 2 spicchi d'aglio finemente tritati
    • 1 cucchiaio di paprika forte
    • 1 cucchiaio di zenzero
    • 2 cucchiaini di harissa
    • 2 cucchiai di garam masala
    • 2 cucchiaini di zucchero
    • sale e pepe nero

Ora velo posso dire: da 6 anni faccio danze orientali, con tanta passione e tanto amore. E la cosa si sposa perfettamente con la mia inclinazione per la cucina etnica.

Ogni anno, alla fine del saggio-spettacolo, offriamo ai nostri ospiti un buffet etnico ricco e variegato. L’anno scorso mi sono cimentata con il Baba Ganoush, la crema di melanzane e con il Naan, il pane indiano, perfetto per accompagnarla.

Ma come sempre accade, mi annoio facilmente e quest’anno ho virato direzione e sono tornata al mio primo amore, la cucina marocchina, sperimentando delle deliziose polpette di merluzzo speziate.

Il nome è tutto un programma: Hout za’fran bil marak matisha. Impronunciabile e irricordabile. Ma non il loro sapore: sono andate letteralmente a ruba! Con mia grande soddisfazione. Unico neo: il mio frigo non si può aprire per la grande puzza di aglio e cipolla.

Preparazione

  1. Per prima cosa preparate l’impasto delle polpette: in un grande mixer mettete il merluzzo, il prezzemolo, il coriandolo,1 cucchiaio di garam masala, lo zenzero, la paprika, 1 cucchiaino abbondante di harissa, 1 cipolla, le uova, il pan grattato, sale e 1 dito di acqua in un bicchiere in cui avrete sciolto 1 bustina di zafferano.
  2. Fate partire il mixer e lavorate l’impasto fino a che non diventerà omogeneo.
  3. A questo punto viene la parte più rognosa, la preparazione della salsa al pomodoro. Dico rognosa perchè invece di fare un classico sugo, ho provato un’antica tecnica delle donne marocchine. Consiste nel prendere ogni singolo pomodoro, tagliarlo a metà, eliminare i semi e armandosi di tanta pazienza, di forza e di una grattugia da mano grattugiare la polpa fino ad arrivare alla buccia che verrà poi eliminata. Metto le mani avanti: è molto faticoso.
    grattuggia-mano
  4. Ora potete fare il soffritto con la restante cipolla, l’harissa, altra paprika e garam masala, sfumare con il vino bianco e aggiungere la polpa del pomodoro.
  5. Aggiungete lo zucchero e 1 bicchiere di acqua e continuate la cottura.
  6. Nel frattempo con le mani preparate delle polpettine non troppo grandi e adagiatele nella salsa girandole solo a fine cottura. Aggiustate di sale e pepe.
  7. Visto che la salsa risultava molto piccante ( e avrebbe potuto non piacere a tutti) e dal momento che la padella era già al completo e avanzava ancora un bel pò di impasto, ho deciso di cuocere le restanti polpettine al forno per 20 minuti a 180° con un filo di olio.
    polpette-merluzzo-speziate-forno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*