Canederli allo speck e spinaci con stufato di cavolo rosso speziato

Canederli allo speck e spinaci con stufato di cavolo rosso speziato

Per 4 personeTempo: ~

    Ingredienti

    • 200 gr di pane raffermo
    • 100 gr di speck + 50 per il cavolo
    • 300 gr di spinaci
    • 2 uova
    • 150 ml di latte
    • burro e olio
    • farina
    • pepe
    • 1 spicchio di aglio
    • cipolla
    • erba cipollina
    • prezzemolo
    • noce moscata
    • 1/2 cavolo rosso
    • vino rosso
    • 1 mela
    • aceto di mele
    • paprika
    • 1 tazza e mezza di brodo

Ottobre, il mio mese preferito, è arrivato carico di tutte le atmosfere che mi piacciono tanto: foliage, passeggiate, lunghe serate sotto il plaid, serie tv su Netflix e tisane fumanti.

La cucina tirolese rispecchia alla perfezione questo periodo dell’anno e così mi sono cimentata con un suo grande classico: i canederli, polpette di pane allo speck e agli spinaci, due squisite varianti.

Ad accompagnarle un altro classico contorno di quelle zone, il cavolo rosso stufato con speck, mele e noce moscata.

A livello temporale considerate che i canederli vogliono un paio d’ore e mezzo di riposo mentre il cavolo un’ora in pentola a pressione: questo vi darà la possibilità di organizzarvi meglio nelle tempistiche.

Preparazione canederli

  1. Per prima cosa tagliate il pane raffermo a dadini molto piccoli, di un centimetro circa e amalgamateli alle uova sbattute con un pizzico di pepe e uno di sale. Unite anche il latte e lasciate riposare per almeno due ore coprendo il tutto con uno strofinaccio. Non dimenticate di mescolare ogni tanto il composto per far in modo che il pane assorba bene i liquidi rimanendo morbido ma senza sfaldarsi.
  2. Arrivati a metà riposo vi consiglio di partire con la preparazione del cavolo.
  3. Quando il tempo di riposo si sarà quasi concluso, da una parte iniziate tagliate finemente lo speck e la cipolla e preparate un soffritto di olio e burro, mentre in un’altra padella fate soffriggere gli spinaci tritati finemente con aglio, cipolla e burro. Lasciate raffreddare entrambi i soffritti e, quando il pane sarà pronto, dividetelo in due parti. Nella prima aggiungerete lo speck, nell’altro gli spinaci. Ad entrambi aggiungete  prezzemolo, erba cipollina, noce moscata e una presa di farina.
  4. Mescolate i due composti con molta calma per evitare che il tutto si frantumi  fate riposare di nuovo per altri 30 minuti.
  5. A questo punto non vi resta che formare le polpette, belle grandi, di circa 8-10 cm e di passarle leggermente nella farina.
  6. Vanno lessati in acqua bollente fino a quando non saliranno in superficie e passati velocemente in padella con burro e salvia.

 

Preparazione cavolo rosso

  1. Soffriggete in pentola a pressione mezza cipolla rossa di Tropea con 1 cucchiaio di olio, aggiungete 50 gr di speck e sfumate con il vino rosso.
  2. Una volta evaporato il vino unite il cavolo tagliato fine, 1 mela a dadini e sfumate con l’aceto di mele.
  3. Aggiungete paprika piccante o dolce in base ai gusti e tanta noce moscata.
  4. Irrorate con il brodo, circa 1 tazza e mezza e chiudete la pentola a pressione.
  5. Cuocete per 1 ora al termine della quale darete qualche minuto in più a pentola aperta: il succo deve ritrarsi quasi del tutto.
  6. Aggiustate di sale, pepe nero e noce moscata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*