Le attività da fare con i bambini nel periodo di Natale

Le attività da fare con i bambini nel periodo di Natale

Il periodo natalizio è perfetto per suscitare entusiasmo e gioia nei più piccoli. Una delle cose che ancora oggi mi porto dietro dalla mia infanzia, è l’amore per il Natale e lo sto trasmettendo anche al mio cucciolo.

Intendiamoci, non parlo di quello religioso, ma di quello “pagano”, nella più romantica delle accezioni: ovvero l’uso della luce come elemento quasi magico, la decorazione quasi maniacale della casa, la produzione forsennata di torte e biscotti, l’ascolto della musica nei freddi e bui pomeriggi di dicembre e la lettura di favole meravigliose.

E non solo: il mito e la leggenda di Babbo Natale, gli elfi che lasciano messaggi sibillini, camini magici che compaiono nel soggiorno dalla sera alla mattina, porticine misteriose degli elfi che cambiano posto ogni giorno e appaiono in punti diversi della casa.

Insomma la nostra casa si riempie di magia, di sogni e di fantasia e coinvolgere i bambini è un ottimo modo per alimentare l’immaginazione, stimolare la manualità e riempire noiosi pomeriggi con gioia e allegria.

Insomma fra le cose da fare prima di Natale inserite anche qualche attività con i bambini!

 

Il calendario dell’avvento

Qui in casa nostra abbiamo non 1 ma 2 calendari dell’avvento di legno. Il primo è di mio marito, e ogni anno lo riempio con cioccolatini e prelibatezze, il secondo è il magnifico trenino del mio cucciolo e cerco ogni Natale di trovare sempre nuove cosucce carine per corredarlo e visto che ora ha 4 anni anche qualche caramella o dolcetto.

Ma quest’anno vorrei andare oltre e crearne uno con i biscotti: uno al giorno, da mangiare a colazione per creare un rito da ripetere ogni mattina :)

 

Preparare i dolci di Natale

Cosa c’è di più divertente di fare insieme ai vostri cuccioli tanti dolci, torte, plumcake a tema natalizio?

Ho trovato all’Ikea simpatici stampi in silicone della Winter Collection, perfetti per la colazione e la merenda ma che ho intenzione di usare anche per preparazioni salate per la cena della Vigilia!

Ovviamente i prodotti Wilton, Decora e soprattutto Nordic Ware sono quelli che io preferisco: sanno regalare la giusta emozione a tavola.

 

 

Preparare e decorare i biscotti di Natale

I biscotti di Natale racchiudono tutta l’atmosfera delle feste e sono un ricordo indelebile che spero di trasmettere al mio cucciolo. Usando la mia ricetta preferita dei biscotti speziati al cacao e sciroppo d’acero, ogni anno ci sbizzarriamo con formine e cutter a tema natalizio.

Il passo successivo è decorarle con la ghiaccia reale per creare ancora più suggestione!

 

La ghirlanda di omin di panpepato o di biscotti gingerbread

Questo è un piccolo progetto che ho in mente da tanti anni e spero finalmente di riuscire a realizzarlo.

Di cosa si tratta? Di una ghirlanda da appendere in casa realizzata con i biscotti alle spezie, tipici del Natale: la difficoltà sta nell’assemblaggio ma ho qualche idea per ovviare le criticità!

E’ un lavoretto molto divertente da fare con i nostri bimbi!

 

La casetta di Pan di Zenzero

E’ una tradizione squisitamente nordica e americana che vorrei iniziare a riproporre tutti gli anni. Si possono infatti realizzare infinite varianti della casetta di Natale, usando zuccherini, caramelle e ogni tipo di prelibatezza.

Esistono anche dei kit per assemblare le casette già pronte e che si devono solo decorare.

 

Scrivere la lettera per Babbo Natale

Quando ero piccola era uno dei momenti del Natale che aspettavo con più trepidazione: la mia mamma è sempre stata molto brava a disegnare e mi aiutava a creare ogni anno una diversa lettera per Babbo Natale, attingendo da atmosfere old style molto vintage.

Andavamo a comprare carte e adesivi in una meravigliosa cartoleria tutta in legno dalle parti di Via Pietro Micca a Torino: era il tripudio delle carte colorate, dei nastri e degli addobbi e io rimanevo letteralmente incantata a scegliere i colori e gli strumenti per creare la nostra letterina!

Allo stesso modo ora con il mio piccolo mi diverto a creare ogni anno qualcosa di diverso e a scegliere sempre uno stile molto vintage.

 

Libricini delle poesie

Un’attività molto carina da fare con i propri bambini, soprattutto in età scolare, è raccogliere e scrivere insieme a loro (corredate da disegni e stickers) le poesie e le filastrocche dedicate al Natale, da leggere insieme e imparare per il 25.

Un esempio di filastrocca?

Non solo fanno la slitta volare
e in ciel galoppano senza cadere
Ogni renna ha il suo compito speciale
per saper dove i doni portare
Cometa chiede a ciascuna stella
Dov’è questa casa o dov’è quella.
Fulmine guarda di qui e di là
Per sapere se la neve verrà.
Donnola segue del vento la scia
Schivando le nubi che sbarran la via.
Freccia controlla il tempo scrupoloso
Ogni secondo che fugge è prezioso.
Ballerina tiene il passo cadenzato
Per far che ogni ritardo sia recuperato.
Saltarello deve scalpitare
Per dare il segnale di ripartire.
Donato è poi la renna postino
Porta le lettere d’ogni bambino.
Cupido, quello dal cuore d’oro
Sorveglia ogni dono come un tesoro.
Quando vedete le renne volare
Babbo Natale sta per arrivare.

 

Leggere libri sul Natale

La lettura in casa nostra ha un’importanza enorme e parecchi spazi dedicati durante la giornata, ai pasti e prima delle nanne ma anche nei lunghi e noiosi pomeriggi in cui è difficile uscire per il maltempo. Al mio cucciolo piace tantissimo leggere e ovviamente sotto le feste, i libri vengono scelti per assaporare tutta la magia del Natale.

Ogni anno arricchisco la “sezione Natale” con nuovi arrivi. Parola d’ordine: storie magiche, stupende illustrazioni e qualche libro sonoro!

Vediamo la lista aggiornata:

  • Fiabe e racconti per il Natale, di Elena Iarussi, Edizioni Gribaudo
  • Natale a casa con Toto e Pepe, di Holly Hobbie, Edizioni Fatatrac
  • Babbo Natale e la notte dei sogni, di Valentina Rizzi e Francesca Carabelli, Edizioni Gribaudo
  • Ollie e la renna di Natale, di Nicola Killen e‎ M. Barigazzi, Editore Nord-Sud
  • Natale. Primi pop-up, di Fiona Watt,‎ A. Psacharopulo,‎ L. Terallis, Editore Usborne
  • Libri musicali Natale, di Sam Taplin e‎ E. Ranzoni, Editore Usborne

 

Costruire una lanterna di Natale

Natale è atmosfera: lucine, decorazioni e oggetti particolari. Tutte queste caratteristiche si sposano bene con le lanterne, da sempre uno degli oggetti preferiti per le feste. E allora perché non realizzarle insieme ai bambini utilizzando semplici barattoli di vetro? Basta avere a portata di mano vernici, nastri, pigne, finte bacche, fili di luce e tanta fantasia!

 

Preparare la merenda per Babbo Natale e le sue renne

Questo era un altro rito di bambina: la sera della Vigilia lasciavo dei biscotti e del latte per Babbo Natale e carote per le sue renne.

E’ ancora meglio se i biscotti sono fatti insieme ai vostri bimbi: sarà tutto più magico! Non dimenticate di personalizzare il kit di benvenuto. Noi useremo un bicchiere/barattolo attorno al quale faremo girare del nastro rosso e bianco con cannuccia abbinata

 

Ascoltare le playlist con le canzoni di Natale

Non esiste Natale senza Christmas Carol o se vogliamo, canzoni a tema natalizio. Quando ero piccola le imparavo a scuola e poi mio papà le registrava sui nastri, oggi la tecnologia ci semplifica notevolmente la vita e basta usare Spotify e ascoltare playlist di ogni genere!

 

Impacchettare i doni per la famiglia

Uno degli aspetti che amo di più del Natale, a patto di organizzarmi con un certo anticipo, è quello di pensare, ideare, acquistare e impacchettare i regali per i vari membri della famiglia. Adoro “trovare” il regalo giusto per ciascuno e ancora di più smanettare con nastri, carte colorate e fili per impacchettare e posizionare i regali sotto l’albero. Per nonni, zii e parenti, coinvolgiamo anche i piccoli: sarà un bel modo per trascorrere del tempo in famiglia e scatenare la fantasia con rametti di pino, fette di arancia essiccata, pigne e stecche di cannella!

 

Costruire il villaggio di Natale o il Presepe

Ricordo ancora con emozione i pomeriggi trascorsi con i miei genitori a costruire il presepe: la trepidazione nello scartare le statuine, lo stupore nel riscoprire ogni anno ogni pezzo come se fosse nuovo, la curiosità nel creare ogni volta un angolo nuovo e una nuova ambientazione usando cortecce, muschio e pigne raccolte nelle gioiose passeggiate autunnali e la felicità di acquistare ogni anno un nuovo personaggio o mestiere con cui arricchire il panorama.

Nella nostra famiglia abbiamo sostituito il presepe con un villaggio vittoriano di fine ‘800 ma la magia resta la stessa: scegliere pezzi nuovi, studiare ambientazioni diverse, arricchire il panorama con atmosfere rinnovati. In questo modo il villaggio cresce con il nostro cucciolo e la magia diventa sempre più bella.

4 Commenti

  1. Maria teresa

    ho una nipote stupenda fantasiosa creativa luminosa piena di idee che infonde gioia.scrive benissimo. una meraviglia!!!!!!idee fantastiche.

  2. Che bello Chiara!
    dove hai preso lo stampo torta della renna?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*