Un angolo di casa all’Osteria Due ladroni

Un angolo di casa all’Osteria Due ladroni

Ognuno di noi ha nel cuore un ristorantino speciale, quel posticino unico dove rintanarsi nei momenti importanti, dove ci si sente totalmente a proprio agio e dove trovare un angolo di casa, rassicurante e avvolgente.

Per me questo luogo speciale è l’Osteria Due ladroni, un piccolo ristorante di cucina aquilana gestito con cura, amore e attenzione da una famiglia davvero in gamba.

Il locale

Strada statale 80, km. 9,500
67100 – L’aquila (AQ)
tel: 0862.463001

Nato dopo il terremoto del 2009 come attività provvisoria e come scommessa sul futuro in un periodo difficile e tormentato, oggi l’Osteria Due Ladroni è un piccolo gioiellino nascosto dalla strada.

Una casetta di legno arredata in maniera semplice ma di carattere, quel mix di sapori d’altri tempi e colori moderni, banconi in legno, una pesa vintage, una stufa suggestiva che scaldarsi nelle fredde sere aquilane, una vecchia madia per tagliare i filoni di pane, la televisione accesa, le tovaglie a quadretti, pochi coperti che creano un ambiente intimo, raccolto, mai chiassoso, che ricorda la cucina di casa e per questo ti fa sentire avvolta da un’atmosfera calda e rassicurante.

A questo si aggiunge l’infinita gentilezza e affettuosa accoglienza dei proprietari: un motivo in più per tornare e ritornare con lo stesso identico entusiasmo.

Il Menù

La cucina dell’osteria attinge dai sapori e dalla terra aquilana: formaggi, salumi, bruschette al tartufo (vero e non la salsa tartufata di pessimo gusto di tanti ristoranti), ceci all’uvetta, cannellini al finocchietto selvatico, fagioli, insalata di farro e tanto altro come antipasto misto.

Gli ingredienti di ogni piatto sono scelti con cura dagli stessi proprietari che si affidano a produttori locali che lavorano ancora alla vecchia maniera e variano in base alla stagionalità.

Io vi consiglio sicuramente gli strepitosi primi, come la chitarra al tartufo o gli gnocchetti alle cozze, asparagi e pomodorini secchi o pappardelle all’uovo con ragù di coda alla vaccinara di manzo ancora i pennicchi dell’Oste, mantecati con guanciale stagionato di maiale croccante e cicoria, in assoluto uno dei miei piatti preferiti! E in base alla stagione troverete anche il sugo di cinghiale o di oca!

Tutta pasta fresca rigorosamente fatta in casa! Vi verranno serviti direttamente nelle padelle, cosa che a mio avviso regala molti punti al ristorante!

Un secondo strepitoso è invece il coniglio disossato ripieno, semplicemente delizioso! Oppure gli straccetti di manzo con rucola e tartufo fresco, il maialino al forno con finocchiella, le stecche di maialino al vino bianco e cavolo o i bocconcini di prosciutto di maiale disossato in agrodolce.

Io ho provato davvero tutto e posso assicurarvi che ci lascerete il cuore! Un consiglio: accompagnate il secondo con la cicoria o le erbette ripassate in padella piccanti! Un vero spettacolo!

Un applauso anche ai dolci della casa, come le pere kaiser fresche al montepulciano con salsa al mascarpone (le mie preferite) e la panna cotta con marmellate fatte in casa!


Un’altra cosa che mi fa impazzire sono i piccoli dettagli “casalinghi”: gesti quotidiani che difficilmente trovi in un ristorante, come il piatto con i peperoncini e la forbice per tagliarteli freschi al momento oppure il caffè nella moka con le tazzine senza piattino.

Dettagli insignificanti alla stra maggioranza delle persone ma che per me acquisiscono un valore impagabile, molto più importante più di tovaglie raffinate e servizi di piatti costosi.

E che dire della scelta di vini? Decisamente ottima. E gli amanti della buona birra potranno assaggiare Principessa, una birra al farro, bionda con riflessi dorati del birrificio artigianale Alta Quota di Cittàreale (Rieti).


Non mi resta che dirvi…provate!

4 Commenti

  1. Francesca

    In assoluto “Già Mangiato” è la mia rubrica preferita di questo blog!! E questa Osteria sembra un gioiellino!!!

  2. grazie mille!

  3. ti ringrazio! è esattamente cosi!!

  4. è il mio posticino preferito :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*