La Spesa di Maggio

La Spesa di Maggio

Da quando mi sono trasferita in Abruzzo e ho iniziato a consumare gli ortaggi dell’orto di casa, ho riscoperto il valore dei prodotti di stagione: abituata com’ero alla perenne omogeneità dei banchi dell’Esselunga, che ti propongono tutto l’anno i frutti di bosco, ho capito l’importanza di seguire il corso della natura e delle stagioni.

Sembra una banalità ma questo semplice passaggio diventa un punto di partenza innovativo: finalmente ritrovi l’entusiasmo di riassaporare i cibi al cambio di stagione, una felicità quasi fanciullesca che si accompagna al piacere di cucinare gli alimenti di ogni mese.

Scoperta contro prevedibilità, entusiasmo contro appiattimento culinario.

E così oggi inauguro una nuova rubrica mensile, La Spesa di…, un riepilogo dei prodotti della terra mese per mese, per non dimenticare la varietà della natura.

Maggio

Con l’arrivo della primavera andare dal verduriere è una vera delizia: il banco esplode di colori e di sapori freschi e vari dopo il grande torpore invernale.

Devo ammetterlo, io prediligo di gran lunga gli ortaggi e la frutta della bella stagione: è la rinascita del buon umore a tavola, dei colori, dell’allegria e del sapore fresco che porta con sé il fascino del cambio di temperature.

Diventa anche più divertente inventarsi accostamenti che utilizzino i colori per rallegrare la tavola!

Frutta

Iniziamo con uno dei miei frutti preferiti, le fragole!

Non solo sono un vero piacere per gli occhi, ma soprattutto per il palato con il loro gusto zuccherino, ideali come fine pasto, ma soprattutto per frullati e dolci di ogni tipo!

Inoltre non vanno dimenticate le loro tantissime proprietà: antinfiammatorie e antiossidanti, rimineralizzanti, battericide e antivirali, depurative, toniche, rinfrescanti; regolatrici del sistema nervoso, rinforzano i meccanismi di autodifesa dell’organismo.

Nespole

Sui banchi inizierete a trovare anche le nespole, frutto di origine giapponese ricchissimo di vitamina C, calcio e carboidrati,usate per prepare delle dolcissime e nutrienti confetture per la prima colazione.

Ovviamente si continuano a trovare anche i kiwi, le arance, le pere, mentre ancora un pò di attesa per pesche e ciliege, al momento ancora non in piena maturazione e soprattutto carissime!

Ortaggi

Anche il panorama delle verdure di maggio è assolutamente irresistibile e all’insegna del colore verde!

Ce ne sono una grande varietà e cucinare diventa ancora più vario e stimolante, una sorta di risveglio dal letargo invernale!
Possiamo trovare aglio, borragine, broccolo, carciofo, carota, cicoria e cicorino, cipollotti, coste, crescione, erba cipollina, erbette, fagiolini, finocchio, finocchio selvatico, indivia, lattuga, luppolo, ortica, patate novelle, piselli, prezzemolo, rabarbaro, radicchio rosso, rapa, ravanello, rucola, sedano, spinaci, tarassaco.

Barba di frate

Poco utilizzata assomiglia all’erba cipollina ed è una pianta rustica dal sapore piacevolmente acidulo, ma molto gustosa e versatile per diverse ricette. In più è ricca di vitamina A e C.

Fave

Sono il legume caratteristico del mese di Maggio e nella tradizione contadina accompagnano il pane, il formaggio e il salame. Inoltre hanno ottime proprietà: poco caloriche, molto ricche di vitamina B, di fibre, di ferro e proteine e aiutano a depurare l’organismo.

Piselli

Ideali per condire paste fredde, insalate di riso, vellutate e tante torte salate, i piselli contengono il tasso più alto in assoluto tra i legumi di proteine, sono ricchi di vitamina B1 e vitamina A e di fosforo, potassio, sodio, magnesio e ferro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*