Antipasto misto dell’orto

Per 2 personeTempo: ~

Ingredienti

  • 3 uova
  • sale, pepe, peperoncino
  • 60 gr di parmigiano
  • 60 gr di formaggi vari
  • 100 gr di pan grattato
  • 2/3 sottilette
  • barba di frate q,b,
  • 1 dado
  • aceto balsamico
  • 1 confezione di pancetta
  • 2 spicchi di aglio

Oggi vi propongo una combinazione di antipastini per una cenetta con amici all’insegna dei sapori dell’orto, gustosa ma non banale!

Per cominciare qualche crostino con tapenades alle olive, ovvero dei patè da spalmare sul pane caldo e abbrustolito: io ho usato delle tapenade prese in Provenza, ai pomodorini secchi, alle olive nere di Nyons, alle olive verdi alla provenzale e alla salsa anchoïade, ovvero a base di acciughe. Potete sbizzarrirvi come preferite in base ai vostri gusti!

Per accompagnare il tutto prepariamo della barba di frate stufata.

Preparazione

  1. Per prima cosa pulite bene e lavate accuratamente la barba di frate staccando la radice ad ogni mazzetto.
  2. Soffriggete 2 spicchi d’aglio con sale, olio e peperoncino e sfumate con del vino bianco.
  3. Aggiungete l’erbetta e ricoprite con abbondante acqua e mezzo dado: chiudete con il coperchio e cuocete fino a quando non diventerà tenera e avrà perso il suo gusto amarognolo.
  4. A parte fate rosolare la pancetta fino a farla diventare croccante e tenetela da parte.
  5. Quando la barba di frate sarà tenere, irrorate con un goccino di aceto balsamico, poi aggiungete la pancetta croccante e fate saltare bene bene per far amalgamare i sapori.

Il piatto forte è uno sformato al formaggio: potete usare tranquillamente i formaggi che avete in casa, secondo le vostre preferenze!.

Preparazione

  1. Sbattete 3 uova insieme a sale, pepe, 60 gr di parmigiano, barba di frate stufata, a piacere aggiungere ricotta, emmenthal e formaggi vari e 100 gr di pan grattato
  2. Mescolate tutto delicatamente e infornate in una terrina, sul cui fondo avrete posizionato la carta da forno, per mezz’ora a 180°.
  3. Verso la fine della cottura, adagiate sullo sformato delle sottilette da fondere e finite la cottura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *